Lettori fissi

venerdì 21 luglio 2017

StraPizza




Ciao a tutti oggi parliamo di uno dei miei piatti preferiti e cioè la pizza .
A chi non piace la pizza?
                   

 La preparo con varie farciture, al forno di casa, a volte la preparo a casa di mio fratello con il forno a legna.
 Per la buona riuscita della pizza l'importante è che la farina sia giusta il lievito ottimo e attivo poi si devono rispettare i tempi di lievitazione, ciò,  è fondamentale.
Solitamente uso il lievito naturale in panetto con cui preparo spesso anche il pane , ma la lievitazione è davvero molto lunga, e soprattutto in inverno quando le temperature sono molto basse è davvero difficile poter fare la pizza nel primo pomeriggio e mangiarla la sera stessa. 

 
Per questo motivo ho deciso di provare le farine "Strapizza".


Queste farine vengono usate prevalentemente da pizzaioli professionisti che poi personalizzano le pizze a seconda della loro creatività.
L'Industria Molitoria Perteghella Srl ha creato una gamma completa di farine di grano tenero e mix speciali espressamente dedicata a chi si sente pizzaiolo tra le mura domestiche. 
                                                       
           



 


Tante varietà in diversi formati, per rispondere ad ogni gusto e ogni lavorazione. 


Che sia pizza in teglia o napoletana, soffice o croccante, a breve o a lunga lievitazione STRAPIZZA ha sempre la farina perfetta per ottenere risultati eccellenti ed esaltare la tua fantasia di ogni pizzaiolo.
Da oggi le farine del mulino perteghella sono disponibili anche per chi come me ama preparare la pizza a casa, soprattutto nelle rigide giornate invernali in cui non si ha voglia di uscire, una bella pizza fatta in casa è l’ideale, soprattutto se accompagnata da una buona birra di marca.

L’azienda mi ha gentilmente inviato una scatola contenente varie farine Rustica, Bella Napoli, Gustosa, Cereali, con il lievito a secco all’interno per preparare ottime pizze in maniera veloce.
Nel pacco ho trovato anche un simpatico grembiule con il logo del marchio, molto utile per salvaguardare gli abiti quando si impasta.

Con queste ottime  farine ho realizzato le seguenti pizze

 



Visto che risultati?
Con Strapizza del Molino Perteghella, è facile ottenere una pizza di qualità, perché un buon risultato incomincia da una giusta farina, ed è questo il segreto di una pizza gustosa anzi di una "Strapizza" a regola d’arte.
Un trucco per ottenere delle buone pizze sta anche nella stesura che non va fatta con il mattarello ma manualmente perché la pasta lievitata "Va trattata con i guanti" l'impasto va steso con i polpastrelli fino ad allargarlo in modo che riempia completamente la teglia.

Vi invito a scoprire il sito Strapizza e tante utili ricette e segreti per ottenere ottime pizze.

martedì 11 luglio 2017

Acqua Farina e Fantasia i migliori piatti della tradizione Lunigiana





Ultimamente siamo sempre più alla ricerca di un ritorno al passato con cibi naturali genuini e sopratutto semplici senza tanti ingredienti


E cosa c'è di più semplice a naturale di acqua e farina?

Basta aggiungere un pò di fantasia e si ottengono prodotti buoni e genuini come quelli che sto per presentarvi.

Acqua Farina e Fantasia è un'azienda che ha sede in Lunigiana storica regione italiana, suddivisa tra Liguria e Toscana; che ripropone gli antichi sapori oramai dimenticati, i cibi e i profumi che solo le nostre nonne sapevano regalarci.



La miscela di Acqua Farina e sale 
viene colata sui testi roventi la pastella profumata che dà vita ai Testaroli, primo piatto principe delle specialità del luogo, che prende il nome dai “testi” usati per la tradizionale cottura sotto le ceneri; ed ai fragranti Panigacci, antichi pani azzimi tipici della Lunigiana


L'azienda mi ha gentilmente inviato i seguenti prodotti 



I Testaroli

Un disco di pasta morbida da ritagliare a rombi esiste sia nella versione disco grande o nella versione tagliata




                                                                                                  

 Li ho cucinati nella versione  la classica con  un ottimo pesto alla Genovese





E   conditi con ragù di carne, sono  ottimi in quanto assorbono bene il sugo







I Panigacci

Il Panigaccio è un tipo di pane rotondo, non lievitato, cotto in uno speciale piatto di terracotta e mica, chiamato testo, arroventato a fuoco vivo in un falò o in un forno a legna.

Una pastella di farina, acqua e sale si frappone tra un testo e l'altro, sino a formare una pila. 
Si possono gustare con gli affettati, formaggi molli come lo stracchino e il gorgonzola
Io li ho preparati con sottilette e speck
e groviera e speck.








Le Barbotte 
Un disco di pasta formato da acqua e farina con aggiunta di fiori di zucca, davvero ottime da scaldare nel tostapane e gustare subito sono croccanti e saporite.







Praticissime anche da portare in viaggio  nella confezione da 4  io le ho utilizzate come spezzafame nel mio weekend a Venezia
                       
                             

Le ho semplicemente riscaldate e mangiate in purezza, per non coprire il sapore dei fiori di zucca che è molto delicato, le ho scaldate 3 minuti nel tostapane ed erano croccanti e gustose.

Le Ceciotte




Preparate con farina di ceci

Sono specialità da riscaldare in forno per qualche minuto, per gustarne al meglio il profumo ed il sapore, accompagnati a svariate farciture. Ottime accompagnate a formaggi morbidi come ricotta e stracchino, oppure con salumi.

Io le ho preparate così, riscaldate e poi ho aggiunto mozzarella e pomodori su un letto di insalatina novella





Potete acquistarli anche su Amazon




martedì 4 luglio 2017

Fattoria del Palagiaccio Contest


Cari lettori oggi vi parlo della fattoria del Palagiaccio

 e del contest per food-blogger al quale sto partecipando






Immersa tra le colline del Mugello, nell'antica Reggia degli Ubaldini, l'Azienda Il Palagiaccio, vi invita a degustare i suoi prodotti freschi e genuini, la sua cucina semplice, fatta di ciò che il cortile, il pollaio, l'orto, e i campi offrono. Nella Sala Degustazione ristrutturata recentemente potrete degustare oltre 30 diverse tipologie di formaggi prodotti nel Caseificio adiacente, accompagnati da eccellenti vini, per un percorso enogastronomico in equilibrio tra rusticità ed eleganza vera essenza delle radici culturali e gastronomiche di questa azienda.







IL CONTEST

La Storica Fattoria il Palagiaccio caseificio artigianale, situato nel cuore della Toscana tra le colline del Mugello chiama i migliori food-blogger italiani a sfidarsi nel concorso indetto “latti da mangiare” con lo scopo di unire tradizione e innovazione. La tradizione secolare della fattoria nella produzione di formaggi di eccellenza incontra la creatività, il gusto, la passione e la professionalità, esclusiva degli chef blogger italiani, per dare vita a una ricetta, un piatto indimenticabile, realizzato, con materie prime a filiera colta, genuine, di qualità.

I PRODOTTI
Per il concorso, il Palagiaccio mette a disposizione dei partecipanti una selezione di formaggi

si tratta di Gran Mugello Blù Mugello e Fior di Mugello

Per le mie ricette ho utilizzato il Blù Mugello un formaggio a pasta cremificata, tenera con buccia commestibile "a crosta e pasta fiorita e erborinata" di delicata muffa "verde" tipica.







e il Gran Mugello Formaggio a pasta paglierina compatta con buccia completamente edibile

CON QUESTE RICETTE PARTECIPO AL 3° CONTEST LATTI DA MANGIARE

1° RICETTA

Strozzapreti con funghi al profumo del Blu Mugello


Ingredienti:
Pasta formato strozzapreti;
Pomodorini datterino
Funghi freschi champignon color crema;
Formaggio Blu Mugello;
Spezie varie;
Prezzemolo fresco;
Olio extravergine di oliva.

Preparazione:

Innanzi tutto portate in una padella abbastanza grande i pomodori tagliati a metà e lasciateli appassire con un filo di olio e prezzemolo e un insaporitore, in una padella a parte, - dopo aver mondato e affettati i funghi - trifolate i funghi con olio, spezie varie.
Quando i funghi si sono ben appassiti
li portiamo nella padella del pomodoro e lasciamo i due ingredienti a terminare la loro cottura, quindi accorpare qualche noce di Blu Mugello affinchè i gusti si armonizzano tra di loro e lo stesso si fonde, con il profumo del prezzemolo e il delicato gusto dell'olio.
Nel frattempo cuociamo i strozzapreti in acqua salata, scolateli al dente e accorpateli ai funghi e tutto il composto, quindi lasciateli il tempo che i gusti e sapori diventano un tutt'uno.
Serviteli a tavola con una manciata di Blu Mugello spezzettato.





2° RICETTA

Ragù di cozze ripiene al sapore del Gran Mugello

Ingredienti per circa 500 g di cozze
250 g circa di pan grattato
500 g di cozze
prezzemolo
formaggio grattugiato q.b. (Gran Mugello)
1 uovo
olio extravergine d’oliva
sale pepe
700 ml di passata di pomodoro


La ricetta originale prevede di chiudere le cozze col filo, ma questa procedura non è stata adottata

Procedimento:

In una ciotola portate gli ingredienti come il pan grattato, il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato (Gran Mugello), l’uovo, regolare di sale e pepe e impastare il tutto sino ad ottenere un composto ben amalgamato.

Far riposare.

Preparare il sugo: in un tegame versare un filo di olio, far rosolare leggermente uno spicchio di aglio e aggiungere la passata di pomodoro. regolare di sale e far cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti.

Lavare accuratamente le cozze raschiandole bene, con le dita premere sulla cozza per farle aprire leggermente e infilare il coltellino per aprirle (per chi non è pratico, l’alternativa è aprire le cozze in padella). La ricetta originale non lo prevede, infatti una volta aperte le cozze si raccoglie anche la loro acqua che viene utilizzata per insaporire ancor di più il ripieno.

Eliminare l’impasto in eccesso, sistemare le cozze ripiene nel sugo portato a bollore e far cuocere con coperchio per circa 15 minuti , servire le cozze ripiene calde con il sughetto, la rimanenza del sugo si può usare anche per condire la pasta, io ho condito le linguine.