Lettori fissi

domenica 21 aprile 2019

Azienda olivicola Paolo Giraldi


Oggi parliamo di olio extravergine di oliva
Un condimento irrinunciabile, base della così detta dieta mediterranea e adatto per insaporire qualunque piatto della cucina italiana 
Un prodotto millenario che profuma sempre di qualche ricordo, immancabilmente presente nella dispensa di tutte le case.
La normativa europea ne distingue ben sei tipologie, fra cui il più pregiato si conferma l’olio extravergine di oliva.



L'azienda olivicola Paolo Giraldi si trova  a Lamporecchio in provincia di Pistoia produce olio extravergine di oliva biologico di prima qualità realizzato con materie prime e accuratamente selezionate.

venerdì 19 aprile 2019

Spaghetti allo scoglio

Spaghetti allo Scoglio.

 Ingredienti per 4 persone :
400 g di spaghetti
 300 di cozze 300 g di vongole 
4 fasolari 
4 granchietti
 4 canocchie 4 
scampi 4 
gamberi 
8-10 cucchiai di olio extravergine 250 ml di brodo di pesce 100 ml di vino bianco secco3 spicchi di aglio sale, peperoncino 

Preparazione 
Mettere le cozze e le vongole in due casseruole con coperchio, farle aprire a fuoco vivace, una volta aperte filtrate il liquido di cottura e mettetelo da parte, fatele raffreddare, sgusciatele tutte tranne 4 che terrete per la decorazione. Cuocere la pasta in acqua leggermente salata (usare la metà del sale rispetto al solito).
 Togliere il budello dai gamberi aiutandosi con uno stuzzicadenti, lasciandoli interi, tagliare il carapace degli scampi in due, nella parte dura, per agevolare l'apertura una volta cotti. In una padella da 26 cm, scaldare due cucchiai di olio e soffriggere gamberi e scampi 30 secondi per lato, Scaldare una casseruola da 32 cm, versarvi l'olio, soffriggere per 5 secondi l'aglio finemente tritato e il peperoncino, unire i granchi e i fasolari, dopo 10 secondi sfumare con il vino, aggiungere quindi l'acqua delle cozze e delle vongole, e il brodo di pesce, far andare a fuoco alto per far evaporare la salsa.
 Quando mancano 3-4 minuti alla cottura della pasta, scolarla e unirla al sugo, terminare la cottura con la tecnica della pasta risottata  a due minuti dalla cottura unire anche scampi e gamberi insieme al loro liquido di cottura, quando la pasta è pronta e il sugo ben ristretto e legato unire le cozze e le vongole, mescolare bene


lunedì 15 aprile 2019

Pizza a lunga lievitazione

Era  tanto tempo che non preparavo la pizza di solito uso il mio lievito naturale ma questa volta ho voluto provare a fare la pizza con lievito di birra  e devo dire che ho ottenuto un ottimo risultato vi  metto la ricetta
Questa è una pizza ad alta idratazione quindi l'impasto sarà abbastanza molle

Farina 00 Garofalo rossa forte 300 gr
Farina 1 400 gr
acqua 600 gr
olio 30 evo bio dell'azienda Olivicola Paolo Giraldi
sale  3 cucchiaini  
lievito di birra fresco 7 gr 
se usate quello secco potete metterne 3 grammi
per condire pomodori a pezzi  patate e mozzarella

La lievitazione è lunga quindi si inizia il giorno prima
Alle ore 17 del venerdì ho preparato l'impasto
Ho inserito  la farina nella planetaria con metà dell'acqua  ho aggiunto l'olio  poi  piano piano la restante acqua in cui avevo fatto sciogliere il lievito ,ho fatto girare un pò  a velocità medio bassa  in ultimo ho  aggiunto il sale  quando la pasta e diventata più densa e si intravedeva la maglia glutinica , l'ho messa in una ciotola e ho iniziato a fare le pieghe  ogni 20 minuti per farla diventare un pochino più consistente , comunque c'è da considerare che l'impasto è molto idratato quindi non spaventatevi se la vedete come una specie di pastella facendo le pieghe acquisterà più consistenza.
Alla fine dei tre giri di pieghe ho messo la pasta in frigorifero  e l'ho tirata fuori alle 15 del pomeriggio del sabato (era piena di bolle segno che era lievitata bene)  ho lasciato acclimatare l'impasto e  ho stagliato i panetti facendo la  forma  quindi  ho aspettato altre due ore e poi ho condito le pizze con  olio pomodori  a pezzi  e patate a metà cottura ho inserito la mozzarella tagliata a dadini













Con questo impasto sono venute due pizze tonde due teglie quadrate e una teglia piccolina tonda, la pizza era soffice e leggera ben alveolata davvero buona.

Torretta di Melanzane

Oggi vi presento un piatto abbastanza impegnativo ma anche bello da vedere 

TORRETTA DI MELANZANE con verdure saltate in padella

Occorrente:
una melanzana per media per ogni  torretta  
verdure miste verdure zucchine, melanzane, funghi, scalogno, asparagi 
pancetta olio extravergine bio    sale quanto basta 
Mondiamo e laviamo le verdure (zucchine, melanzane, funghi, scalogno, asparagi e pancetta, quest’ultima per dare sapore deciso alle verdure), tagliamole a julienne sottilissime e le saltiamo in padella con olio extra vergine, quando il tutto è abbastanza imbiondito, spegniamo il fuoco e le teniamo da parte.
Procedimento
Affettiamo la melanzana a fette circolari, ne creiamo tanti dischi quanta vorrà essere la nostra torretta, queste fette le grigliamo, quando saranno pronte possiamo impiattare come segue:

innanzi tutto ho sfogliato la zucchina creando dei filamenti che dove ho adagiato la torretta, quindi riponiamo la prima fetta di melanzana grigliata e copriamo con le verdure e proseguiamo con le altre fette di melanzana, ripetendo questa procedura (nel mio caso sono quattro fette), l’ultimo strato sarà anch’esso coperto dalle verdure ed infine poniamo sulla sommità un fiore di zucca precedentemente lavato per bene, questo per far si che rimanga diritto lo infilziamo con un stecchino,

Per chiudere la guarnizione oltre che ho condito ulteriormente la torretta con l’olio extravergine dell'Azienda Olivicola Paolo Giraldi  a crudo ho fatto qualche gheriglio di glassa di aceto balsamico e qualche fogliolina di menta fresca.
                              

                           
 
Per questo piatto ho abbinato un vino bianco secco.


venerdì 22 marzo 2019

Cari lettori oggi vi propongo una nuova ricetta  

MEZZE MANICHE CON PANNA AL SALMONE E GAMBERETTI

Ingredienti
300 gr. di pasta (mezze maniche)
500 gr. di gamberetti (puliti saranno circa 250 gr.)
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva (nello specifico ho usato olio evo al bergamotto)
Prezzemolo, sale e pepe, quanto basta
150 gr. di panna liquida al salmone
1 bicchierino di vino bianco

Preparazione
Per prima cosa ho messo a bollire una pentola d’acqua per cuocere la pasta, poi ho pulito i gamberetti,
togliendo la testa e inciso sul dorso per estrarre il filo nero, qualche gambero più grande e intero, mi
serviranno per guarnire il piatto, l’ideale che siano freschi, ma se non si ha la possibilità possiamo utilizzare
quelli surgelati.
Ho saltato in padella i gamberetti con il prezzemolo e l’olio (non ho usato altri aromi quali scalogno o
quant’altro, per i gusti soggettivi famigliari), il sapore dei gamberetti viene esaltato da quello asprigno
dell’olio al bergamotto, molto profumato e fruttato, ho sfumato con il vino, nel frattempo ho scolato la
pasta al dente e accorpato ai gamberetti, mescolato il tutto e a questo punto ho aggiunto la panna, che da
al piatto quella giusta cremosità e delicatezza, a questo punto si può spegnere il fuoco e aggiungere una
spolverata di pepe.
Ho impiattato guarnendo con i gamberi interi con una mangiata di prezzemolo fresco è una cima di menta







fresca, servire caldo.
Per questo piatto gustoso e delicato ho abbinato un vino bianco come si vuole per un piatto di pesce, la mia
scelta è stata su un Gewurztraminer.


Buon appetito!

martedì 29 gennaio 2019

Graffe



INGREDIENTI

400 gr di farina 0

40 gr. di burro,
80 gr. di latte,
4 uova,
100 di pasta madre precedentemente rinfrescata
100 gr. di zucchero,
1 limone non trattato,bio
oliodi semi di girasole per friggere


Mettere il latte in un pentolino e farlo riscaldare, 


In un recipiente, mettere la farina e aggiungere il burro ammorbidito a temperatura ambiente.

poi aggiungere  il latte tiepido, il lievito spezzettato , la buccia del limone grattugiata, le uova e lo  zucchero.

Impastare tutti gli ingredienti con la planetaria o a mano per  per 25 minuti, fino a che l’impasto sarà ben incordato

Mettere l’impasto in un recipiente, coprire con pellicola per alimenti, avendo cura di chiudere bene e far lievitare fino a triplicare il volume


                                


Dividere l’ impasto in pezzi da 100 gr con ogni pezzetto di pasta, formare una pallina , schiacciarla e con un tappo di bottiglia formare il buco per la ciambella.
Appoggiare le ciambelle su un piano leggermente infarinato, oppure rivestito con carta da forno e far lievitare di nuovo per circa 30 minuti





Friggere una  in abbondante olio già bollente  girandole almeno un paio di volte, finchè risultano ben gonfie e dorate.

Scolarle e passarle nello zucchero bianco o zucchero a velo






Farle raffreddare e servite.



venerdì 25 gennaio 2019

Pantacce Molisane


Ingredienti per le pantacce:

· 500 grammi di semola di grano duro

· 2 uova intere

· 20 grammi di olio e.v.o.

Per il sugo di pomodoro:

· 4 cucchiai di olio e.v.o.

· Aglio, cipolla

· 4 pomodori di media grandezza (maturi ma sodi)

· qualche foglia di basilico fresco
Versate la farina a pioggia sulla spianatoia, fate un buco nel centro e sgusciatevi dentro le uova; sbattetele un pochino con la forchetta e poi amalgamatele uniformemente alla farina.

Iniziate poi ad impastare con le mani fino ad ottenere un impasto liscio, formate una palla e lasciate riposare un'ora in frigorifero coperta da pellicola poi stendete la pasta con il mattarello ripiegatela su se stessa e tagliatela in diagonale cosi da ottenere delle losanghe.












lunedì 21 gennaio 2019

Gnocchetti alla sorrentina



Adoro gli gnocchi in particolare quelli alla sorrentina questa la mia ricetta

Ingredienti


700 gr di patate vecchie a  pasta gialla
1 kg di farina di semola
2 uovo

un pizzico di sale


Gnocchi
Per gli gnocchi lessare le patate con la buccia in acqua bollente salata per circa 30-40 (controllare la cottura delle patate con una forchetta). Quando sono cotte scolarle e pelarle, sempre a caldo passarle allo schiacciapatate e aggiungere a il resto degli ingredienti impastando velocemente con le mani fino ad ottenere un composto liscio morbido ed omogeneo. 
Poi formare dei piccoli gnocchi dalla forma allungata o tonda 

Condimento

200 gr Mozzarella di bufala
150 gr pomodori datterini
30 gr Basilico
30 ml Olio extravergine d'oliva
40 grParmigiano
1 spicchioAglio
q.b.Sale

 In una padella far soffriggere lo spicchio di aglio privato dell'anima con un filo di olio, quando inizia a prendere colore toglierlo e aggiungere i pomodorini facendoli cuocere a fuoco basso per circa 5 minuti.
 Al termine della cottura spegnere il fuoco e condire con una presa di sale 


Lessare gli gnocchi in acqua bollente salata, scolarli quando salgono a galla e metterli in padella con il sugo ; aggiungere una parte dell'olio e cuocere per 2 minuti.

A fine cottura spegnere il fuoco e unire la mozzarella di bufala tagliata in pezzi, le foglie di basilico spezzettate con le mani e un filo di olio.