Lettori fissi

sabato 31 ottobre 2015

Pasticceria Coggiola

 macarons

 

 Vi presento la Pasticceria Coggiola

 

La Pasticceria Cioccolateria Coggiola inzia la sua attività nel 1928 a Biella nei locali di via Torino 12 grazie ai fratelli Riccardo e Remo Coggiola. All'iniziale bar si aggiunsero ben presto la pasticceria e la gelateria con un laboratorio artigianale e un punto vendita diretto al pubblico per far fronte al costante aumento della clientela.


. Nel 1935, infatti, si inaugura il ballo all'aperto, forse primo in tutto il Piemonte e la novità raccolse subito consensi da parte del pubblico biellese, portando così la pasticceria ad essere sempre più amata e conosciuta non solo a Biella, ma anche in tutta la Provincia.
 E perchè non continuare a danzare sul ghiaccio anche finita la bella stagione? Detto, fatto! Nel 1937 la pista da ballo viene trasformata per l'inverno in pista da ghiaccio e si arrivò persino ad organizzare una squadretta amatoriale di hockey.

Dopo qualche anno, nel 1940, il giardino all'aperto diventa sede di spettacoli di varietà con concerti, avanspettacoli ed operette. Purtroppo l'inizio della guerra vanifica tutte queste iniziative, ma subito dopo la fine del conflitto la ripresa è puntuale fra valzer, tango e numerose altre attrattive.
All'inizio degli anni cinquanta, ai tradizionali pasticcini e gelati, la Pasticceria Coggiola affianca le torte meringata e tartufata ed i coggiolini al rhum, che diventano in breve tempo uno dei prodotti tipici biellesi più richiesti.
 Nel 1968 il ballo all'aperto viene chiuso, mentre la pergola viene destinata a dehors estivo e parco giochi per i bambini con scivoli e giostrine.
Nel 1976 ai fondatori subentrano i figli Franco e Sandra con il marito Paolo Mosca. La Pasticceria Coggiola nel tempo si consolida e si ammoderna, nel rispetto delle vecchie tradizioni e della genuinità e della freschezza dei suoi prodotti.
Nel 1985 il trasferimento da via Torino a via Delleani e la cessione del bar per poter meglio seguire la pasticceria e la gelateria. Dopo pochi anni in azienda con Sandra e Paolo entra il figlio Stefano ad occuparsi della produzione coadiuvato da validi collaboratori.


Con il suo ingresso la pasticceria riceve un nuovo impulso. La gamma delle specialità via via si amplia: iniziano le produzioni dei canestrelli biellesi
, dolce tipico di Biella le cui origini risalgono addirittura al 1600, di innumerevoli prodotti in cioccolato, praline, attrezzi da lavoro e da montagna, tavolette, salami, ravioli, tomini, riproduzioni di monumeti biellesi, delle uova di Pasqua e di nuovi tipi di torte.

Per la collaborazione con questa azienda ho ricevuto alcuni assaggi dei suoi  prodotti

Tutti molto buoni devo dire in particolare a mio marito è piaciuto il coggiolino al rum al rum a me invece i Canestrelli e  le navette di Biella

Se volete conoscere piu approfonditamente i prodotti della pasticceria Coggiola visitate il sito

Snips utilissimi articoli per la casa

Oggi vi parlo di Snips azienda nata nel 1980 , imponendosi all’attenzione del mercato con le ormai leggendarie forbici Snips, quelle che “tagliano tutto tranne le dita”. Da quel giorno, e da quell’idea tutta italiana, la gamma dei prodotti Snips è cresciuta ininterrottamente insieme all’azienda, esprimendo, in ogni prodotto, la propria filosofia: offrire ai consumatori, insieme a un buon prodotto, un’ottima idea.
 Snips pensa, progetta e produce tutto in Italia, ancora oggi il miglior posto al mondo per ottenere il massimo della qualità in ogni aspetto del prodotto: creatività, innovazione, tecnologia, valori estetici. A garanzia di questo 100% di italianità, c’è l’impegno di due generazioni della famiglia Piacenza, ma il vero segreto è l’entusiasmo, unito alla determinazione, che questa leadership famigliare ha trasmesso a tutta l’azienda facendola diventare leader nel mercato dei casalinghi.
  

Per la collaborazione con l'azienda ho ricevuto i seguenti prodotti utilissimi in quanto in famiglai consumiamo spesso e volentieri i formaggi e non si trovavo mai un contenitore adatto a loro da oggi con Snips ogni formaggio ha il suo posto nel suo contenitore



  Si tratta del set di prodotti per i formaggi



                          Salvaparmigiano

 Forma studiata appositamente per conservare i pezzi di Parmigiano Reggiano in frigorifero. Grazie alla qualità della progettazione è raccomandato dal consorzio Parmigiano Reggiano.
Bello da vedere e molto utile e funzionale



 Salvaformaggio

  


 Salvaformaggio Dal design originale - Coperchio imitazione groviera

    Grazie alla chiusura ermetica e alla griglia removibile sul fondo, questo contenitore conserva al meglio i formaggi ed evita la formazione di cattivi odori nel vostro frigorifero

    Dimensioni: lunghezza 25 cm x larghezza 16 cm x altezza 10 cm
    Lavabile in lavastoviglie 
 Questo contenitore è la soluzione ottimale per conservare tutti i tipi di formaggio in frigorifero, grazie anche alla pratica griglia il formaggio non tocca sul fondo inoltre grazie alla sua forma originale e bella da vedere si può portare direttamente a tavola


  ed infine l'utilissimo
                                  Spargiparmigiano

 

SNIPS SPARGIFORMAGGIO FORMAGGIERA PARMIGIANO GRATTUGIATO CM.8,5X14,5h CC.90


 Contenitore per spargere il formaggio grattugiato direttamente sulle pietanze. Dotato di sistema interno brevettato per evitare la formazione di grumi. Dopo l’uso, con il coperchio ermetico diventa un pratico contenitore per conservare il formaggio in frigorifero

 

 Io ho scelto questi ,ma sul sito della Snips potrete trovare una vasta gamma di prodotti  ve ne mostro alcuni

Snips 
 







Snips







Snips





Rigoni di Asiago mielbio e marmellata di Ribes rosso

 Cari lettori oggi vi presento un altra  delle specialità della famosa azienda Rigoni di Asiago 

 FDF_0316 2 16.58.17

 Si tratta della marmellata di Ribes rosso che non avevo mai assaggiato, ma si sa che Rigoni di Asiago ci propone sempre dei nuovi gusti  questa marmellata è ottima da spalmare sul pane e per realizzare gustose  ricette, io ho preparato le tortine e una crostata.
Per quanto riguarda il miele mi sarà utlissimo nella stagione invernale al primo accenno di raffreddore o mal di gola essendo di eucalipto è ottimo nelle bevande calde.









ottima spalmata sul pane a colazione


neanche il tempo di fotografarla ed era già stata tagliata e divorata dai miei figli...




Questa è la ricetta per la crostata light  e le tortine  la base è la pastafrolla 
250 gr di farina 0
80 gr di zucchero di canna
80 ml di Olio di girasole oppure Olio di oliva extravergine
2 Uova
mezza bustina di Lievito per dolci

 Per la pastafrolla: setacciate la farina con zucchero e lievito; aggiungete le uova e l’olio e lavorate l’impasto finché non diventa liscio e omogeneo.
Una volta lasciato riposare l’impasto riprendetelo, stendetelo con il matterello su un foglio di carta forno, poi poggiate delicatamente il tutto nella teglia per crostate
Una volta ottenuta la consistenza desiderata riponete l’impasto in frigo per circa 40 minuti. Preriscaldate il forno a 180 gradi.
Aggiungete poi la marmellata, livellandola bene e con l’impasto in eccesso formate delle decorazioni per la crostata.
Infornate per circa 30/35 minuti a 180 gradi.


Per info sui prodotti Rigoni di Asiago visitate il sito
 

domenica 11 ottobre 2015

Mascarpone Mila bontà Altoatesina


Oggi parliamo  di mascarpone Mila
Startseite
La seduzione di un'impareggiabile crème de la crème. Grazie alla sua versatilità, il mascarpone è adatto a ricette dolci e salate. Grazie alla delicata lavorazione, il nostro mascarpone conserva la dolce cremosità tipica della panna fresca dell'Alto Adige.
 STORIA 
L'azienda nasce nel lontano 1962 quando
dieci  persone    fondarono  le Latterie riunite della Val Venosta (VSV). 
Che da ciò sarebbe nato il più grande stabilimento di trasformazione del latte dell'Alto Adige, all'epoca nessuno poteva ancora immaginarlo.
 La storia del nostro successo
Il consenso è stato enorme: solo un anno dopo la fondazione, la cooperativa aveva già 30 soci. Ma l'anno 1963 fu decisivo per un altro evento importante: l'introduzione del nome »Mila« per la cooperativa. Una denominazione nata dalle lettere iniziali di Milch e Latte. E nel 1977, con l'imbottigliamento del primo yogurt Mila, è iniziata la storia costellata di successi del marchio Mila
 La nascita del marchio
 Nel 1997, con la fusione di più consorzi nel »Milkon Alto Adige« furono gettate le basi per l'azienda attuale. La cooperativa di secondo grado era costituita da tre cooperative di base:
• Mila Soc. Agr. Coop.
• Center Latte Brunico Soc. Agr. Coop. (Senni)
• Südtiroler Bergziegenmilch Soc. Agr. Coop.

 Sinergie integrate
 Infine, il 1° gennaio 2013 con la fusione delle cooperative di base Mila e Senni è nata la cooperativa »Latte Montagna Alto Adige«, un'azienda modernissima con un fatturato annuo che supera i 200 milioni di euro.
  Valori con responsabilità 

.

Per la collaborazione con l'azienda Mila  che ringrazio ho ricevuto 4 confezioni di ottimo mascarpone con cui ho realizzato  questa ricetta

Tiramisù classico

Ingredienti

  • 3 uova
  • 80gr cucchiai di zucchero
  • 500 gr di mascarpone Mila
  • 400 gr di savoiardi
  • 1 tazza di caffè
  • cacao amaro
Preparare il caffè. Aggiungere un cucchiaio di zucchero e far raffreddare in una ciotolina.
Separare gli albumi dai tuorli e montare bene questi ultimi con 3 cucchiai di zucchero.
Aggiungere il mascarpone alla montata di uova, amalgamando dal basso verso l’alto per non far smontare il composto. Far attenzione ad utilizzare uova e mascarpone a temperatura ambiente.
Montare a neve ferma gli albumi e aggiungere alla crema di mascarpone appena preparata sempre mescolando delicatamente. Aggiungere un pizzico di sale agli albumi per facilitare la montata.
Comporre il tiramisù nella pirofila  alternando strati di crema a strati di savoiardi  imbevuti nel caffè. Alla fine spolverare con cacao amaro.
Far riposare qualche ora in frigorifero prima di servire.






Se volete saperne di piu sull'azienda Mila visitate il sito  
e la pagina fb