Lettori fissi

venerdì 15 giugno 2018

L'isola D'oro contest



E' sempre piacevole per me riscoprire ricette che arrivano da culture diverse ed antiche poi vivendo a Roma culla di antiche civiltà , fonte di ispirazioni culinarie ed enogastronomiche.
Gli antichi romani davano al cibo un grande valore culturale.

Le arcaiche ricette che un tempo erano delle vere e proprie prelibatezze, replicandole esattamente come allora ai nostri tempi ci farebbero inorridire, prendiamo ad esempio il Garum, preparato essenzialmente con interiora di pesce, era il condimento più popolare in tutto l’Impero romano.
Le antiche ricette sono state tramandate da un noto gastronomo Marco Gavio Apicio, solo così ne siamo è venuti a conoscenza esse hanno senza dubbio una grande valenza storica.
La gastronomia è storia e cultura, ecco perché molti dei più grandi chef pluristellati, cercano di far rivivere queste storiche culture culinarie aggiungendo la loro maestria e arte, facendo rivivere quelle che un tempo erano delle vere prelibatezze dell’antica Roma.
Negli antichi testi troviamo la descrizione del Garum


Alcune di queste antiche ricette vedranno una nuova gloria, grazie all’estro creativo di foodblogger coinvolti dall'azienda "L'isola d'oro" in un contest che faccia rivivere queste ricette per 
fare ciò mi stato inviato un cestino contenente una selezione di prodotti tra cui il Garum e la Colatura di alici ingredienti principali per la realizzazione della mie ricette. 


L’Isola D’oro produce ottime conserve ittiche, tradizionalmente lavorate e confezionate in Italia.
Il pesce azzurro, il tonno le acciughe, lo sgombro ale sardine sono alcuni dei loro prodotti che allietano le nostre tavole e arricchiscono il nostro organismo di sali minerali, alle vitamine e omega 3 qui potete vedere l'intera gamma



Con questi piatti sono lieta di partecipare al contest Mediterraneo – “Un antico mare da scoprire” indetto da L'isola d'oro 

Spaghetti con colatura di alici e pomodori gialli 

Ingredienti
per 4 persone
Un barattolo di pomodori gialli 
due spicchi di aglio tritato
peperoncino qb
olio extra vergine di olive
400 gr di spaghetti 
3 cucchiai di colatura di alici
un cucchiaino di garum 
prezzemolo fresco tritato.
Procedimento
Far scaldare in una ampia padella (che possa contenere la pasta) l’olio con l'aglio appena questo inizia a prendere un colore dorato versare i pomodori e fare cuocere per 5 minuti aggiungendo solo un pizzico di sale a seguire aggiungete il peperoncino, nel frattempo mettete a bollire l'acqua per cuocere la pasta, dopo aver lessato gli spaghetti (a cui non aggiungerete il sale perchè la colatura di alici è molto saporita) scolateli al dente e versateli nella padella contenente il sugo poi unite la colatura di alici e mescolate il tutto per due minuti.
Infine aggiungete il prezzemolo fresco e un pò di Garum 





e infine il garum l'antica salsa rivisitata in chiave moderna.






Come secondo piatto vista la stagione ho optato per un piatto freddo realizzato con l'ottimo Sgombrotto tenerissimi filetti di sgombro in olio di oliva al 35%


contenuti in barattolo un di vetro che esalta la conformità e l’integrità dello sgombro conferendo al filetto la regalità che merita questo pesce dalle celebrate qualità organolettiche e nutrizionali. Molto consigliato dai pediatri italiani per essere consumato dai bambini.
Per questo piatto, oltre allo sgombro ho usato anche le Aliciotte deliziosi filetti di alici in olio di oliva





Entrambi i piatti sono piaciuti molto ai miei commensali.

#lisoladoro #mediterraneo #tonnotto #garum



3 commenti:

  1. Che buoni devono essere questi spaghetti, i prodotti usati sono eccellenti, mi piace la tua variante, da provare

    RispondiElimina
  2. Che acquolina questo piatto, i prodotti che hai utilizzato sono eccellenti, il garum è spettacolare...

    RispondiElimina
  3. Bel post molto ben argomentato e belle le tue ricette fresche e invitanti, brava.

    RispondiElimina